La definizione di bene di lusso è quella di un oggetto che sono in molti a desiderare, ma che solo pochi riescono ad ottenere. L’etimologia stessa della parola, dal latino “luxus”, significa eccesso, sovrabbondanza, un qualcosa di non strettamente necessario alla sopravvivenza fisica, ma fondamentale per l’appagamento del nostro gusto estetico e psicologico.

Senza ombra di dubbio, gli yacht sono dei beni di lusso e contribuiscono grandemente al soddisfacimento delle necessità estetiche e psicologiche dei loro proprietari. Queste imbarcazioni riflettono ciò che il proprietario intende per lusso, svago e relax. Sono veri e propri appartamenti galleggianti dotati di ogni lusso e di ogni tipo di comfort. Cabine armatoriali che sembrano ville, piscine e ponti infiniti dove prendere il sole. Ma anche piste d’atterraggio per elicotteri, sommergibili per esplorare i fondali marini, scivoli d’acqua, campi da squash e basket, ma anche ospedali completamente attrezzati, uffici e sistemi di sicurezza a prova di KGB. Ecco che in questo articolo andremo a scoprire alcuni degli yacht più grandi, più lussuosi e più costosi del mondo.

I super yacht, Azzam e Eclipse

Per anni lo yacht privato più grande del mondo è stato l’Eclipse di Roman Abramovich. ora, invece, il patron del Chelsea è stato spodestato dal nuovo Azzam, il super-yacht appartenente al principe saudita al-Walid bin Talal. Ben 180 metri di lunghezza rispetto ai 162,5 dell’Eclipse, ma non è solo il più grande al mondo, ma anche uno dei più veloci.

Come abbiamo già detto, fino a poco tempo fa, era lo yacht privato più grande del mondo, ora è passato al secondo posto. Appartiene al proprietario del Chelsea Football Club (U.K.), Roman Abramovich (Russia) e misura 170 metri di lunghezza. È dotato di 11 cabine per gli ospiti, 2 piattaforme per l’atterraggio di elicotteri, un mini-sommergibile e un proprio sistema di difesa con lanciamissili e uno scudo laser per oscurare le telecamere dei paparazzi.

Altri yacht stratosferici

Dubai, è il terzo yacht più lungo del mondo. Meglio conosciuto come Platinum, è lungo 160 metri ed è di proprietà dello sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum, sovrano dell’Emirato di Dubai. Gli interni sono stati disegnati da Philippe Starck e può ospitare fino a 115 persone oltre all’equipaggio di 88 membri. Ha una grande piscina, un campo da squash e un eliporto con relativo hangar.

L’Al Said, invece è lo yacht appartenente al Sultano Qaboos dell’Oman e misura 155 metri. Può ospitare fino a 70 persone e 154 membri dell’equipaggio. Appartiene al Re dell’Arabia Saudita, Abdul Aziz, lo yacht Prince Abdulaziz ed è uno degli yacht reali. È lungo 147 metri e, a poppa, ha lo spazio per alloggiare un elicottero e una piscina sul ponte superiore. Al primo piano si trova la lobby che è la replica esatta dell’interno del Titanic. Può ospitare 22 persone.

Altri yacht stratosferici
Altri yacht stratosferici

Al Salamah, è uno yacht che misura 140 metri e, anch’esso, appartiene al Sultano Abdul Aziz, ministro della Difesa saudita. Tremila metri quadrati siddivisi su 8 ponti in teak, un equipaggio di 96 persone per 82 camere. Elicottero, mini ospedale, vasche idromassaggio, piscine e una particolare coperta in vetro trasparente sono solo alcuni degli optional. Pare ci sia anche una scalinata in oro massiccio.

Il lusso di uno yacht è qualcosa che solo pochissimi possono provare. Negli yacht così come in molti beni di lusso, c’è quindi chi cerca l’opulenza, chi lo stile e chi l’armonia; altri ancora cercano la possibilità di vivere un’avventura a costo della comodità, e chi invece vuole avere lo stesso comfort di casa propria dovunque si trovi. La varietà di tali necessità ha dato vita nel corso degli anni ad una moltitudine di tipologie di imbarcazioni private. Tuttavia, con molta approssimazione, possiamo identificare tre principali tipologie di yacht, che sono gli yacht a motore, quelli a vela, e infine gli yacht classici.

Ti potrebbe piacere:

© 2020 Escursioni cala dei turchi